Home » Blog » Recensioni degli esperti » Recensione dell’edizione Barbieri Spectro LFP qb Textile di Bruce Leigh Myers, Ph.D.

Recensione dell’edizione Barbieri Spectro LFP qb Textile di Bruce Leigh Myers, Ph.D.

Spettrofotometro automatico per applicazioni tradizionali e speciali
Recensione dell’edizione tessile Barbieri Spectro LFP qb
Di Bruce Leigh Myers, Ph.D.
Professore associato, Istituto di Tecnologia di Rochester

Pochi dubitano dell’importanza della gestione del colore nei moderni flussi di lavoro grafici.

Agli albori della gestione del colore basata sui profili ICC per i materiali stampati, l’automazione degli strumenti, la facilità d’uso e l’accuratezza si sono rivelati un ostacolo che ne ha impedito la diffusione. I primi ad adottare queste tecnologie per i materiali stampati hanno spesso utilizzato costosi spettrofotometri a lettura spot o colorimetri riflettenti tri-stimolo a basso costo, che fornivano i valori colorimetrici richiesti ma soffrivano di problemi di precisione. L’utilizzo di un dispositivo di lettura dei punti per la misurazione di centinaia di patch necessaria per la creazione del profilo di uscita è noioso e richiede molto tempo. La monotonia che comporta l’esecuzione di tante letture spot aumenta anche la probabilità di errori, aggravando i problemi intrinseci. Ben presto, tuttavia, i produttori di strumenti hanno risposto con innovazioni nelle tecnologie spettrali per introdurre opzioni più economiche e più automatizzate, tra cui tavoli robotizzati “x,y”, lettori di strisce, lettori di fogli e dispositivi spettrali “a scansione manuale” più economici ma multifunzionali.

L’automazione della misurazione del colore ha riguardato la facilità d’uso dell’applicazione di misurazione e la gestione del colore è aumentata in tutto il settore.

La disponibilità di strumenti spettrali automatizzati ha permesso l’adozione diffusa della gestione del colore per garantire una coerenza cromatica che soddisfi acquirenti e proprietari di marchi in tutto il mondo. L’uniformità della produzione su diversi dispositivi di stampa ha permesso anche di realizzare prove di stampa su commissione a basso costo. Oggi i professionisti utilizzano abitualmente dispositivi spettrali automatizzati per compiti importanti, dalla linearizzazione alla costruzione di profili. Tuttavia, la maggior parte di questi dispositivi si limita a leggere substrati cartacei.

Le aziende di stampa che producono grafica speciale, compresi i display retroilluminati e i tessuti, per non parlare dei substrati come la ceramica, il vetro e la pietra, dispongono di un numero significativamente inferiore di opzioni automatizzate basate sulla misurazione spettrale per la gestione del colore e si trovano spesso a dover affrontare gli stessi problemi di misurazione che hanno dovuto affrontare gli adottatori della gestione del colore agli inizi.

Fino ad oggi.

La Barbieri electronic SNC di Bressanone ha presentato Spectro LFP qb Textile Edition per affrontare le sfide della gestione automatizzata del colore per chi produce grafica speciale. Il Dipartimento di Scienze dell’imballaggio e dei media grafici del Rochester Institute of Technology utilizza questo straordinario dispositivo per applicazioni curriculari e di ricerca. Il dispositivo è eccezionale per la sua ingegnosità, facilità d’uso e flessibilità.

 

Ingegno
A differenza di molti dispositivi automatici in cui lo strumento spettrale si muove sul substrato misurato, Spectro LFP qb Textile Edition è progettato in modo che il dispositivo di misurazione rimanga fermo e il substrato venga spostato. Questa funzione è abilitata da innovativi portacampioni specifici per il tipo di substrato da misurare. Sono disponibili portacampioni per materiali riflettenti e trasmissivi di vario spessore, alcuni dei quali includono la capacità elettrostatica per materiali e tessuti particolarmente sottili e un supporto per tappetini adesivi per elastici e tessuti molto sottili. I portacampioni sono realizzati con materiale bianco conforme alla norma ISO-13655-2007 che funge da supporto per il campione misurato.

Una sfida unica per la misurazione dei tessuti è che i target possono essere difficili da posizionare in un portacampioni, con conseguente distorsione del posizionamento del target. In questi casi, le letture potrebbero essere effettuate sulle patch non corrette. Spectro LFP qb Textile Edition include una funzione di rilevamento intelligente dei grafici per risolvere questo potenziale problema. Ciò comporta una tecnologia di visione integrata, una telecamera montata guidata da algoritmi software unici che rilevano il centro di ogni patch e assicurano una navigazione precisa che si traduce in letture accurate. Ciò significa che gli obiettivi distorti possono essere misurati in modo efficiente ed efficace, rendendo questo dispositivo incredibilmente unico, innovativo e prezioso per le applicazioni tessili.

Facilità d’uso
L’esperienza “out-of-box” con Spectro LFP qb Textile Edition è eccezionale, i componenti si integrano in modo piacevole e intuitivo e il dispositivo si configura in pochi minuti. Il software Barbieri Gateway, incluso e di facile utilizzo, si interfaccia con gli strumenti e ne abilita le funzionalità. È inoltre supportato direttamente da un elenco impressionante di importanti fornitori di RIP e altre applicazioni di utilità per il colore per l’interfaccia diretta con il dispositivo. Lo strumento può essere collegato tramite USB, Ethernet o Wi-fi.
Il manuale di istruzioni e le utility sono chiare e concise, supportate da un’attenta assistenza da parte della fabbrica.

Flessibilità
La flessibilità è il tratto distintivo di Spectro LFP qb Textile Edition, che può essere utilizzato in molte applicazioni diverse. Oltre alla capacità di leggere automaticamente una vasta gamma di substrati, lo strumento offre diversi vantaggi aggiuntivi in termini di flessibilità che lo distinguono dall’attuale settore degli spettrofotometri automatici. Ad esempio, la testina di lettura può essere staccata e utilizzata per la lettura di punti; ciò è particolarmente utile nei casi in cui è richiesta la lettura di singoli punti. Poiché per le letture automatiche viene utilizzato lo stesso lettore spettrale, la variazione legata all’uso di due dispositivi diversi viene eliminata dal processo.

Inoltre, il dispositivo offre tre diverse dimensioni di apertura selezionabili dall’utente: 2 mm, 6 mm e 8 mm; è possibile misurare patch di soli 5 mm. Questa particolare caratteristica è unica tra gli strumenti automatici attualmente disponibili e può essere particolarmente utile per garantire l’accuratezza delle letture con substrati di diversa consistenza e qualità superficiale. È incluso anche un filtro di polarizzazione e gli utenti possono effettuare letture con condizioni di misurazione M0, M1, M2 o M3, come definito dalla norma ISO 13655-2007. Per le letture che richiedono uno sfondo nero, è sufficiente applicare al portacampioni un foglio appropriato con una densità di 1,5 o superiore.

In conclusione, Spectro LFP qb Textile Edition è uno strumento notevole, intuitivo e flessibile, in grado di leggere automaticamente e con precisione i target su una vasta gamma di substrati. Questo lo rende un dispositivo ideale non solo per i substrati standard a base di carta, ma anche per i tessuti, le applicazioni trasmissive come i display retroilluminati e molti altri materiali comunemente definiti “speciali” per la grafica. Il dispositivo è in grado di leggere anche bersagli stampati su vetro, ceramica e pietra. Poiché sempre più stampatori cercano di espandere i loro portafogli nella cartellonistica, nei tessuti, compreso il direct-to-garment, e in altre applicazioni non cartacee, Spectro LFP qb Textile Edition promette di essere lo strumento in grado di crescere insieme alla loro offerta di prodotti per le applicazioni di gestione del colore.

Il dispositivo è eccezionale per la sua ingegnosità, facilità d’uso e flessibilità.

Questo lo rende un dispositivo ideale non solo per i substrati standard a base di carta, ma anche per i tessuti, le applicazioni trasmissive come i display retroilluminati e molti altri materiali comunemente definiti “speciali” per la grafica.

Barbieri Spectro LFP qb Edizione tessile:

Riepilogo delle caratteristiche

Introduzione:

Il RIT ha valutato la Barbieri Spectro LFP qb Textile Edition per applicazioni curriculari e di ricerca. Di seguito è riportato un riepilogo delle caratteristiche di questo dispositivo.

Innovazioni:

  • Rilevamento intelligente dei grafici con una telecamera montata e algoritmi software unici per leggere efficacemente i campioni distorti, un evento comune con alcuni tessuti. È una cosa enorme.
  • I portacampioni si adattano a vari substrati, tra cui carta, film e ceramica.
  • Portacampioni elettrostatico per substrati molto sottili
  • Aperture selezionabili dall’utente (2 mm, 6 mm e 8 mm) per misurare patch di soli 5 mm.
  • Connettività USB/Ethernet/WiFi
  • Legge automaticamente gli obiettivi di trasmissione
  • Testina di lettura rimovibile per applicazioni di lettura spot

Include:

  • Software Barbieri Gateway di facile utilizzo per l’interfaccia con lo strumento
  • Filtro di polarizzazione
  • I portacampioni sono conformi alla norma ISO-13655-2007 per il supporto bianco; l’utente può optare per l’uso di fogli neri (densità > 1,5) per le applicazioni in cui è richiesto il supporto nero.
  • Letture di misura possibili per M0, M1, M2, M3 (ISO-13655-2007)
  • Interfacce dirette con le principali applicazioni RIP e di gestione del colore tramite SDK

 

Sintesi:

Barbieri Spectro LFP qb Textile Edition consente la gestione del colore, compresa la profilazione ICC, la linearizzazione e la calibrazione di campioni stampati da una miriade di substrati. Apre efficacemente le attività di gestione del colore ai mercati in crescita della stampa speciale, precedentemente limitati a procedure manuali lente e soggette a errori.

Costo:

Il Barbieri è pubblicizzato on-line: seguite questo link. Come riferimento, la soluzione automatizzata x,y Gretag MacBeth Spectrolino+Spectroscan è stata venduta a quasi 10.000 dollari nel 1998, cifra che, aggiustata per l’inflazione, sarebbe di quasi 18.000 dollari nel 2022. Lo Spectro LFP qb textile edition ha una flessibilità molto maggiore (ad esempio: letture riflettenti molto più veloci, letture trasmissive automatizzate) rispetto allo Spectrolino+Spectroscan. Inoltre, nel 1998 X-Rite ha offerto il lettore di strisce DTP41-T per la lettura automatica di singole strisce di target trasmissivi e riflettenti al prezzo di circa 7.000 dollari, aggiustato per l’inflazione, che sarebbe di circa 12.500 dollari nel 2022, ma questo dispositivo non era in grado di leggere la gamma di materiali letti dall’edizione tessile Spectro LFP qb, era molto più lento e difficile da usare e aveva meno funzioni critiche.

Link correlati

Barbieri electronic alla Conferenza Tecnica Annuale TAGA 2023

Barbieri electronic alla Conferenza Tecnica Annuale TAGA 2023

Intervista con il Prof. Bruce Myers del Rochester Institute of Technology

Intervista con il Prof. Bruce Myers del Rochester Institute of Technology

Webinar: Automatizzare la misurazione del colore nella stampa tessile digitale

Webinar: Automatizzare la misurazione del colore nella stampa tessile digitale