Gestione del colore

in Stampa digitale

Il colore è un elemento importante nell’ambito della qualità dell’immagine e quindi di primaria importanza nella stampa digitale professionale.
Le immagini stampate su supporti molto diversi, su stampanti diverse, con inchiostri diversi, osservate in condizioni di luce diverse, devono avere tutte lo stesso aspetto. Questo è lo scopo principale della gestione del colore nella stampa digitale. È particolarmente utile per gestire diversi supporti o diverse tecnologie di stampa e, se applicato nel modo giusto, garantisce risultati eccellenti.
Ma soprattutto, la gestione del colore vi aiuterà a ridurre i costi delle attività di stampa quotidiane, in particolare l’inchiostro, il tempo degli operatori e degli stampatori e i supporti. 

Barbieri vi aiuta a diventare un top performer grazie alla massima qualità delle immagini!

 

Qui trovate l’elenco dei partner software che supportano i nostri strumenti:

Uno dei principali strumenti per la gestione del colore è il profilo ICC ( International Color Consortium ), un formato di file standardizzato che descrive il modo in cui un dispositivo o un supporto riproduce i colori. I profili ICC possono essere incorporati nelle immagini o nei documenti per specificare come devono essere visualizzati o stampati. Possono anche essere assegnati a dispositivi o supporti per definirne le caratteristiche cromatiche. Ad esempio, un profilo ICC può descrivere come un monitor visualizza i colori, come una stampante stampa i colori o come una carta riflette i colori.

Utilizzando i profili ICC, gli stampatori digitali professionisti possono assicurarsi che i colori che vedono sui loro monitor siano gli stessi che ottengono sulle loro stampe. Possono anche regolare i colori delle immagini o dei documenti per adattarli alle caratteristiche specifiche delle stampanti e della carta. In questo modo, possono evitare spostamenti o variazioni di colore indesiderati che possono verificarsi a causa di spazi colore o gamut diversi.

Flusso di lavoro della calibrazione del colore

in Stampa digitale

Il cuore di questo processo è lo spettrofotometro, un potente strumento utilizzato per la linearizzazione e la profilazione. Facilita la caratterizzazione precisa della configurazione stampante/media, ottimizzando la produzione in base a parametri specifici.

Una delle funzionalità fondamentali della gestione digitale del colore è la capacità di condurre verifiche rispetto agli standard. Questo processo, ottenuto misurando una striscia di controllo con uno spettrofotometro, garantisce che i colori rimangano autentici rispetto all’originale e siano conformi alle norme del settore, stabilendo un punto di riferimento elevato per la qualità di stampa.

Inoltre, la gestione digitale del colore consente una convalida regolare, assicurando l’uniformità del colore in più tirature. Questo processo riduce al minimo le variazioni che potrebbero compromettere l’integrità di un progetto, mantenendo l’accuratezza del colore nel tempo e su diversi substrati di stampa.